LPI certificazione DevOps: prossime tappe

Conclusa l’indagine lanciata a fine 2016 sulla nuova certificazione DevOps, LPIC-OT DevOps Tools Engineers ha raggiunto la fase di controllo e analisi dei feedback.

Perché una certificazione DevOps da LPI

L’ambiente DevOps è in questo momento tra i più vibranti per quanto riguarda l’applicazione di metodologie e tecnologie Open Source.

Per andare incontro a questa esigenza LPI ha iniziato a sviluppare la certificazione DevOps Tools Engineer, che rafforzerà ulteriormente il set di competenze dei professionisti del settore IT.

Sono sempre di più le aziende che stanno adottando le metodologie DevOps ; le relative competenze sono sempre più importanti.

LPIC-OT DevOps Tools Engineers renderà possibile implementare in maniera efficace il flusso di lavoro e ottimizzare l’amministrazione delle assegnazioni giornaliere di task nel flusso di lavoro stesso.

devops jobs

La certificazione diventerà disponibile il prossimo autunno e verificherà le competenze relative agli strumenti e software Free e Open Source maggiormente coinvolti nel modello collaborativo DevOps, quali quelli connessi alla configurazione automatica dei container e la virtualizzazione.

La nuova certificazione è stata creata secondo il consueto processo LPI, basato sulla community e i suoi suggerimenti e reazioni.

 

La cronologia dell’esame LPI DevOps

Primavera 2016 – analisi dei profili professionali

Abbiamo condotto un’analisi per individuare le tendenze tecnologiche che incidono maggiormente sul lavoro dei candidati.

Il risultato ha indicato il ruolo fondamentale degli strumenti DevOps in questa fase.

Autunno 2016 – analisi delle competenze

certificazione DevOpsAbbiamo lanciato un sondaggio online, aperto a tutto il mondo DevOps, per individuare le competenze necessarie alla padronanza degli strumenti DevOps stessi. L’individuazione delle competenze ci ha aiutato nella determinazione degli obiettivi d’esame.

Primavera 2017 – analisi del feedback sugli obiettivi d’esame

La fase attuale, appunto: la bozza degli obiettivi d’esame è pubblica, e a disposizione della community per il confronto.

È anche possibile iscriversi alla mailing list dedicata allo sviluppo dell’Esame.

Le macro – aree degli obiettivi sono:

  • Software Engineering
  • Container Management
  • Machine Deployment
  • Configuration Management
  • Service Operations

Da questo ulteriore scambio passeremo alla finalizzazione degli obiettivi, da qui alla pubblicazione del materiale di supporto per coloro che vorranno sottoporsi alle prime Sessioni Beta, la prossima estate.

Estate 2017 – Sessioni d’Esame Beta

La finalizzazione degli obiettivi e del materiale di supporto ci consentirà di effettuare le Sessioni Beta gratuite del nuovo esame, per assicurare la qualità dell’esame stesso e la coerenza delle domande sottoposte ai candidati.

Autunno 2017 – lancio dell’Esame

Dopo l’analisi dell’esito delle Sessioni Beta, l’esame sarà lanciato ufficialmente e reso disponibile presso i Centri d’Esame e in eventi dedicati.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *