Conferenza LPI a Dubai

A partire da oggi, 2 novembre, gli affiliati LPI di Europa, Medio Oriente ed Africa si incontreranno a Dubai, Emirati Arabi Uniti, per condividere le migliori esperienze di ogni referente nazionale, discutere le tendenze delle certificazioni Linux e della formazione, e proporre nuovi programmi ed iniziative.

Questo tipo di riunioni del gruppo EMEA si tengono dal 2007, al fine di condividere informazioni e mettere a punto programmi per promuovere l’adozione di Linux e del Software Open Source. Il primo incontro si è tenuto a Londra (2007) con incontri successivi a Berlino (2009), Lisbona (2010) e Firenze (2011). Quest’anno l’incontro è a Dubai, Emirati Arabi Uniti, sono attese oltre 40 persone, compresi rappresentati istituzionali accademici, governativi e di altre organizzazioni IT delle diverse aree coinvolte.

Conferenza EMEA 2011 a Firenze

Il convegno sarà caratterizzato da un discorso di Fahad Sultan Al-Abri, Direttore Generale – Sviluppo della sezione IT del Governo di Oman. Oltre alle presentazioni dei Master Affiliate LPI e dello staff saranno presenti:

  • Dr. Ahmed El Hefnawy, Senior Advisor degli Stati Arabi, International Telecommunications Union (ITU) che presenterà lo sviluppo del software FOSS nella regione Araba.
  • Jim Lacey, President e CEO di LPI, che descriverà le opportunità lavorative emergenti con il Software Open Source per i professionisti e le iniziative strategiche per sostenere questo fenomeno a livello globale.
  • Dr. Oudi Shackra parlerà sul tema dello sviluppo delle capacità di leadership.
  • Mike Hobbs, Head of Channel Sales (EMEA), Pearson VUE
  • James Stanger, CEO, Certification Partners Inc.
  • Michael Meskes, CEO, credativ Gmbh
  • Anselm Lingnau, Project Leader, Linup Front GmbH

La due giorni di conferenze prevede anche sessioni di formazione sui test internet-based per il programma Linux Essentials, recensioni sui piani di azione di affiliazione e incontri tra affiliati master e personale LPI.

Segui gli aggiornamenti sui canali istituzionali di LPI International: Facebook e Twitter ed LPI Italia.