LPI e lo “standard di competenze” ICT all’interno dell’UE

La partecipazione di John Meaney, LPI VP per l’EMEA, al “Towards a European Quality label for ICT industry training and certifications – European Conference” ed al “Launch of the Grand Coalition for Digital Jobs” entrambi tenutisi a Bruxelles nella scorsa primavera ci permetto di fare il punto sul ruolo di LPI nella definizione degli standard legati alle competenze tecnologiche.

LPI non è solo una certificazione ma svolge un ruolo attivo nella promozione di Linux e delle carriere Open Source partecipando alle definizioni degli “standard di competenze”. Questo lavoro (che fornisce valore aggiunto alle nostre certificazioni) può assumere una varietà di forme: con i rappresentanti del settore IT può essere semplicemente un riconoscimento della nostra certificazione come una competenza necessaria (come per esempio con HP) oppure di essere la certificazione di primo livello per la tecnologia Linux (come con Novell e CompTIA qui una descrizione del programma di certificazione Linux “3-in-1”). Nel mondo accademico LPI è impegnata nel definire lo “standard di competenze” dei curriculum richiesti dalle organizzazioni accademiche (ad esempio ECABO/Olanda ma anche CSTA/USA). Infine come recentemente dimostrato con la collaborazioni con e-Competence Framework LPI lavora per un quadro di riferimento delle competenze ICT nelle organizzazioni governative o multilaterali.

L’elenco delle organizzazioni coinvolte nella definizione di standard di competenze informatiche paneuropei  è vasto. Essere invitati a partecipare a queste iniziative rappresenta il tacito riconoscimento che all’interno dell’Unione europea, LPI è riconosciuta al più alto livello per la competenza nella certificazione Linux e open source.

Alcuni altri link di interesse: