Hack the Cloud! 2019: Linux Professional Institute è Media Partner

Torna “Hack the Cloud!”. L’evento 2019 si focalizza sull’impatto positivo della Cloud sulla sostenibilità ambientale.

Hack the Cloud! 2019

Hack the Cloud! 2019 si tiene tra martedì 5 e giovedì 7 novembre presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca, Piazza della Scienza 4, Sala Sironi, Edificio U4, stanza 8, 20126 Milano.

hack the cloud 2019 - hackathon - garr - linux professional institute

L’hackathon

Hack the Cloud! 2019 ha come tema La nuvola al servizio della Terra. Dedicato a laureandi, laureati futuri professionisti delle tecnologie Cloud, Hack the Cloud! è l’hackathon che, utilizza l’avanzatissima Container Platform GARR (a base Kubernetes), sviluppata appositamente per i ricercatori italiani.

Il seminario, i premi

L‘hackhaton sarà preceduto da un seminario, tenuto da esperti della rete Italiana dell’istruzione e della ricerca (#GARRCloud), che permetterà di familiarizzare con la piattaforma. I migliori progetti saranno premiati: in palio, fino a 3000 euro di buoni Amazon.

Il professor Leonardo Mariani, dipartimento IT dell’Università degli Studi di Milano – Bicocca, presenta così l’evento:

« Hack the Cloud! mette insieme la formazione per le competenze tecnologiche Cloud e Cloud Container e una gara per i servizi Cloud per la sostenibilità ambientale.
Il programma dell’evento è articolato in una giornata di formazione pratica sulle tecnologie Open Cloud. È un’ottima occasione per lavorare su strumenti come Kubernetes, con l’aiuto degli esperti della rete italiana della ricerca, GARR. Le competenze acquisite durante la formazione saranno certificate tramite un open badge.
Il secondo giorno sarà interamente dedicato all’hackathon vero e proprio: le squadre lavoreranno per utilizzare le conoscenze acquisite nello sviluppo di servizi Cloud per l’ambiente. L’hackathon premierà, il terzo giorno, non solo il livello di sviluppo raggiunto, ma anche la qualità delle idee sviluppate e la presentazione delle stesse. Una vera occasione formativa! »

Il direttore GARR Federico Ruggieri ha evidenziato i motivi fondanti il coinvolgimento:

« GARR sostiene con convinzione eventi di formazione come Hack the Cloud!, che permettono agli studenti, i professionisti di domani, di toccare con mano strumenti avanzati di automazione e deployment di servizi cloud forniti dall’università e dalla nostra piattaforma Cloud GARR. Soprattutto, GARR incoraggia l’acquisizione e la certificazione di competenze riguardanti le infrastrutture cloud per gestire e analizzare i dati. Ci auguriamo che, anche grazie ad iniziative come questa, possiamo portare gli studenti verso le tecnologie Cloud, tecnologie che avranno un ruolo sempre più importante in tutti gli ambienti applicativi, contribuendo così alla formazione della prossima generazione di esperti IT ».

Daniele Cirio, Country Manager Italia di Linux Professional Institute, ha sottolineato le motivazioni che hanno spinto LPI a rinnovare la Media Partnership:

« Siamo ben contenti di rinnovare il supporto a Hack the Cloud!: pochi settori sono tanto legati allo sviluppo di tecnologie, piattaforme, software Open Source quanto la Cloud. Siamo ancora più contenti di sostenere l’edizione 2019 dato il suo taglio orientato alla sostenibilità: una sostenibilità che già oggi passa fortemente per l’Open Source ».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *