Raggiunti i 250.000 esami!

LPI è lieta di annunciare di aver raggiunto i 258.000 esami e rilasciato 85.000 certificazioni in tutto il mondo.

Secondo Jim Lacey, Ceo e presidente di LPI “è un’importante tappa che
dimostra l’impegno di lunga data di LPI sia per i professionisti Linux che per le grandi aziende. Abbiamo potuto verificare una crescita impressionante nell’ultimo anno
grazie all’entusiastica risposta dei professionisti IT alla domanda degli esami appena rivisitati LPIC-1 e LPIC-2.”

Sempre Mr. Lacey attribuisce le ragioni di questo risultato eccezionale a una serie di fattori compreso il desiderio dei professionisti dell’IT di mantenere altamente competive le proprie capacità professionali:

“I professionisti dell’IT sanno benissimo che la formazione permanente e la possibilità di dimostrare le proprie capacità professionali giocano un importante ruolo negli sviluppi di carriera.
Siamo anche coscienti che l’interazione con la comunità Linux è il vero motivo del successo di LPI. Gli sforzi di tutti coloro che quotidianamente sono impegnati nella macchina organizzativa di LPI hanno permesso il raggiungimento di questo grande obiettivo. Infine, è anche la dimostrazione del valore della neutralità della nostra certificazione che grazie agli incredibili sforzi
del nostro network di affiliati riesce a promuovere la professionalità
Linux”.

Terry Erdle, vice presidente di CompTIA:

“La curva di crescita tecnologica sta ulteriormente accelerando, sottolineando la crescente importanza di aggiornare le proprie competenze come forza lavoro high-tech”.

“L’educazione permanente, la formazione e la certificazione non sono più un lusso per i lavoratori del comparto tecnologico ma una necessità”.

“LPI gioca un ruolo vitale nello sviluppo del futuro dei lavoratori del comparto tecnologico di oggi e del futuro; e questo traguardo raggiunto dimostra il valore che dipendenti e lavoratori autonomi attribuiscono a questo tipo di certificazione. CompTIA è lieta di collaborare con LPI nello sforzo comune di sviluppare una forte forza lavoro Linux”.

Jean Staten Healy, Direttore della strategia Linux in IBM:

“IBM riconosce a LPI un ruolo chiave nell’aiutare i professionisti dell’IT nell’acquisire competenze Linux”.
“Linux continua ad essere una importante risorsa tecnologica per molti dei nostri clienti, che hanno bisogno di una competente comunità tecnica capace di aiutarli nel raggiungere i
loro obiettivi”.

Amanda McPherson, vice presidente della sezione servizi marketing e
sviluppo di Linux Foundation:
“LPI ha raggiunto un altro imressionante traguardo”. “Questo traguardo testimonia quanto meno due cose:
1. La crescita e consolidamento di LPI come leader della certificazione
2. la crescita del numero di professionsiti Linux.
Assistiamo ad una crescita strepitosa di professionsiti Linux anche a fronte della crisi attuale e la certificazione LPI è un pezzo importante di tutto ciò.”

Jon “maddog” Hall, Presidente di Linux International Novell:
“Come presidente di Linux International collaboro con molte economie emergenti per sviluppare nuovi business nel settore IT come quelli relativi al Progetto Cauã in Brasile.
Il fatto che LPI pubblichi i suoi obiettivi tecnici, gli esami di prova e separi il concetto di formazione da quello di certificazione permette alle persone di queste economie di ottenere certificazioni al più basso costo possibile. Per tutto ciò pluado al traguardo raggiunto da LPI”.

Markus Rex, Vice Presidente Senior e Direttore Generale di Open Platform

Solutions di Novell:

“Congratulazioni ad LPI per il raggiungimento di questo significativo obiettivo. Questo traguardo dimostra il valore della certificazione Linux per i
professionisti IT.
In particolare per i professionsiti certificati Linux il lavoro sicuramente non mancherà per tutto l’anno, specialmente per coloro che hanno acquisito competenze di qualità.
I professionisti Linux xhe acquisiscono la certificazione avranno la competenza e confidenza tecnica necessaria per rispondere alle esigenze dei data center di oggi con particolare riferimento alle procedure di cloud computing ed alle funzionalità mainstream”.

Randy Trask, vice presidente senior del settore sviluppo economico della Pearson VUE:

“LPI continua ad essere indispensabile per le validazioni di competenze dei lavoratori dell’IT”.

“Il traguardo raggiunto da LPI è una conseguenza del duro lavoro profuso nel costruire alleanze fra i numerosi membri dell’ecosistema Linux e dimostra chiaramente la domanda di lavoratori qualificati Linux”.

Bill Murtagh, Vice Presidente Senior del settore vendite e servizi al
pubblico di Prometric:

“Le nostre più sincere congratulazioni ad LPI per il raggiungimento di questo impressionante obiettivo. Siamo felici di collaborare all’organizzazione degli esami LPI e di contribuire alla loro continua crescita.”

LPI nelle scuole superiori portoghesi con l’UMIC

LPI e l’Agenzia della Conoscenza del Ministero portoghese della Scienza, Tecnologia ed Istruzione del Portogallo per la fornitura di formazione e certificazione linux.

L’affiliata portoghese di LPI ha firmato un accordo con UMIC – l’Agenzia della Conoscenza del Ministero portoghese della Scienza, Tecnologia ed Istruzione per promuovere la formazione e la certificazione di competenze professionali nell’utilizzo di Linux, tecnologie open-source, e software libero negli istituti di educazione superiore portoghesi.

Jim Lacey, Ceo e presidente di LPI afferma che “questo accordo dimostra il bisogno emergente delle istituzioni accademiche nel mondo di beneficiare delle certificazioni di competenze IT (Information Technology) nel campo di Linux e dell’Open Source. LPI è nella migliore posizione per soddisfare questo bisogno grazie al suo ruolo di certificatore standard linux equidistante dai fornitori di tecnologia Linux riconosciuto in tutto il mondo”.

Sempre Lacey è convinto che il proprio affiliato LPI sarà in grado di “istruire gli istruttori” e certificare i medesimi attraverso la collaborazione con enti accademici riuscendo a delineare figure di LPI Approved Training Partners (LPI-ATP) e LPI Approved Academic Partners (LPI-AAP).

Luís Magalhães, Presidente di UMIC aggiunge che “con il coinvolgimento di LPI nell’azione didattica degli enti accademici ICT della scuola superiore sostenuta e promossa anche dall’UMIC, gli stessi enti accademici sono ora in grado di formare e certificare competenze in aree strategiche della tecnologia open source e del software libero, la cui domanda è in continua crescita in Portogallo sia nel settore pubblico che privato”.

Sempre Magalhães sottolinea come LPI si aggiunge ad altri importanti attori della formazione e della certificazione che già collaborano con UMIC come Microsoft, Cisco Systems Inc., Sun Microsystems e SAP.
L’annuncio dell’inclusione di LPI nel programma EMIC è stato fatto durante la prima European e-Skills Week della Commissione Europea aggiungendosi all’annuncio della iniziativa EMIC-SAS sulla formazione e certificazione nel campo dell’IT management e della business analysis.

Il Ministro portghese della Scienza, Tecnologia ed Istruzione Superiore, attraverso l’UMIC, ha sempre collaborato con le Università ed i Politecnici negli ultimi 5 anni per realizzare oltre 60 corsi di formazione professionale in campo ICT (Information Communication Technology) a favore di oltre 2.200 studenti.
Questi corsi forniscono un diploma di specializzazione tecnologica riconosciuto a livello nazionale grazie al lavoro di 28 istituti – sia pubblici che privati – ed in risposta al bisogno crescente – sia dell’industria ICT che degli organizaazioni di utenti – di personale con competenze professionali.